Altaroma e Lazio Innova hanno siglato un accordo di collaborazione con il comune intento di lavorare congiuntamente per rafforzare le competenze imprenditoriali dei giovani professionisti e designer all’interno del mondo della moda, promuovendo l’incontro tra questi e le imprese del settore, al fine di promuovere occasioni d’innovazione all’interno del tessuto produttivo locale.

Nell’ambito dell’Accordo siglato,  Lazio Innova attraverso lo Spazio A ha inteso supportare le imprese ed i designer del settore Moda mettendo a disposizione due interventi:

  • “Startup Fashion Academy”, rivolto a giovani diplomati e diplomandi delle ACCADEMIE Moda e Design del Lazio, al fine di  supportare lo sviluppo di soluzioni e prodotti, con potenzialità di mercato, che riguardino il tema del design nella moda. 
  • “Scuola di impresa per Designer” rivolto a Designer già presenti sul mercato,  con l’obiettivo di  stimolare la crescita competitiva e consolidare o rivedere la propria presenza  anche nei mercati internazionali.

Alessia Firrincieli
Accademia Italiana

Nuove tecnologie di decorazione: digital printing.

L’abito si ispirata ai colori della natura, consente a chi la indossa, di mimetizzarsi con essa, proprio come alcune specie di farfalle si mimetizzano con l’ambiente che le circonda. Ideato con tecniche digitali di stampa “all over” in raso duchessa.

SUNMEED
Accademia Italiana, Roma – Italy

Vengo da una cultura in cui il ricamo è molto importante, divenendo parte di me stesso. I miei disegni sono una fusione tra le due tradizioni. Creo per individui pratici e di mentalità aperta che vogliono esprimere lo stile attraverso la diversità culturale.

L’abito che scelgo di ritrarre spiega chi sono come stilista: libero, dettagliato ed effimero. È un elegante abito da sera-giacca con elaborati ricami a mano e tagliati al laser. Il ricamo simboleggia una miscela di arte folk bengalese nell’estetica europea.

Aurora De Silli
Accademia delle Belle Arti di Roma

Sono Aurora De Silli una giovane designer laureata all’Accademia delle Belle Arti di Roma. Il mio immaginario creativo nasce dalla mia personale visione anacronistica delle cose, che mi porta all’incontro di luoghi e tempi lontani e differenti.

L’unicità di questo capo è nella fodera: con i moderni incisori laser ho realizzato dei timbri su legno usati per stampare sulla stoffa, tramite un’azione manuale, un disegno. La lezione dell’artigianato convive con la modernità delle nuove tecnologie.

Bianca Ferri Marini

Sono Bianca Ferri Marini e sono una Sustainable Fashion Designer. Ho conseguito la laurea triennale in Fashion Design nel giugno 2019 presso lìAccademia Italiana Arte, Moda e Design di Roma con un punteggio di 110/110 e lode, 3.6 GPA. 

 Sono freelance sustainable designer e ogni giorno vengo ispirata dalla natura. Nelle mie collezioni mi piace mostrare personali interpretazioni della natura, ma non solo: uso la moda come un atto artistico di denuncia. Mi focalizzo sulla moda etica e concetti come sostenibilità riciclo, e innovazione. 

L’outfit in esposizione è composto da un top rigido stampato 3D in PLA, una gonna pantalone e bracciali in PLA con tentacoli a led. Il design che segue la moda etica, si ispira ai movimenti del mare, texture che riprendono i disegni delle reti da pesca e coralli ramificati dei fondali marini.

Davide Bottoni

Accademia di Belle Arti di Frosinone 

Sono Davide, ho 22 anni. Studio Fashion Design. 

Oltre alla passione per la moda amo la fotografia. 

Nel 2019 ho creato il mio brand “Misunderstood” e aperto un profilo instagram che utilizzo come vetrina e archivio per i miei progetti. 

Rapporto tra funzionalità ed estetica è alla base di questo capo. 

Un capo legato al corpo, ha funzione estetica, contenimento e trasporto. 

L’ispirazione è nata prendendo come riferimento il mondo militare. Presenta il textile di una mappa topografica. 

Camilla Riccobono

Accademia d’alta moda e costume KOEFIA 

Sono attratta da tutto ciò che è arte, la moda è il modo di esprimere il mio concetto di arte, la mia visione e percezione del mondo. Vedo un vestito come un opera d’arte più che come un oggetto che fa moda.Penso che l’interazione tra moda e innovazione possa portare a grandi cose. 

 l capo è un vestito in denim che può colorarsi sotto la luce del sole.Ho dipinto dei girasoli sopra al vestito con un composto di pigmenti fotocromatici, una polvere che cambia colore sotto ai raggi UV.Il vestito è bianco in assenza di luce, e blu sotto la luce. 

Cristian Rocco Rizzo

IED Istituto Europeo di Design 

Cristian Rocco Rizzo, 23 anni, laureato in fashion design presso lo IED. 

Ho sempre appoggiato il tema della sostenibilità unendolo però ad aspetti cruciali: l’aspetto sociale, l’aspetto ambientale ed infine l’aspetto estetico. 

TICCHIOLATURA 

L’alcantara ricopre i cuscini capitonati e il rever accostandosi al Dolmias del piumone. 

Una camicia double-face ricorda una coperta adagiata sul sofà. 

Una catsuit con stampa piazzata e da elementi stampati in 3D, completa il look. 

Domitilla Damiani

Accademia di Belle Arti di Roma 

Nasce a Roma nel ‘97. Si laurea in Fashion Design all’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2020. Partecipa a Altaroma 2019 e 2021 vincendo entrambi i contest indetti dall’Accademia. Attualmente sta terminando un tirocinio presso Serien°merica a Torino.

Il prototipo fa parte di una di una capsule collection di shopper. Si tratta di una sperimentazione sulle bioplastiche. La trasparenza del materiale diviene la metafora di una trasparenza interiore, un mostrarsi per come si è in un preciso istante 

Elena Presutti

Maiani Accademia Moda 

Dopo aver studiato Architettura, ha conseguito la qualifica di Modellista, con il desiderio di approfondire gli aspetti della progettazione su una scala diversa. Ha partecipato ad Altaroma 2019 (sfilata della MAM Legati alla Vita) e alla Fiera Didacta Italia.

Il Kimono esposto è una delle possibili combinazioni della capsule collection Tri – mono, che prevede la personalizzazione del capo attraverso la scelta di lunghezza, tipo di manica e tipo di cintura, realizzati con tessuti selezionati per la loro sostenibilità etica, sociale e ambientale 

 

Francesca Nunzi

Accademia Moda Maiani 

Giovane stilista romana di 26 anni, laureata come progettista di moda nel 2020. Iniziato come sarta amatoriale, con gli studi ha trovato il suo stile e gusti in fatto di moda, in particolare nel design e nella realizzazione di capi unici. 

Bra in ecopelle con soluzioni d’intrecci sovrapposti ed asimmetrici. Gonna con linea ad A con gioco di velo sulla sinistra. A completare, un soprabito in ecopelle con piccola mantella sulla spalla destra, seguendo il gioco delle asimmetrie. 

Davide Giordano

Accademia di Belle Arti Roma 

25 anni, laureato in “Culture e Tecnologie della Moda” all’Accademia di Belle Arti di Roma. Il mio lavoro affronta spesso il confine tra femminile e maschile con un gusto volutamente d’antan. Mi definirei un “gerontofilo” nel gusto estetico e un collezionista di ricordi. 

Tailleur femminile per uomo in tela da modello, con stampa all-over ispirata a Franca Valeri. La stampa è realizzata con timbri in legno realizzati a loro volta con una stampante 

Letizia Cocciantelli

Accademia del Lusso – Roma 

Studiosa di storia dell’arte e design, disegno abiti utilizzando materiali 100% naturali, tinti con ricette tradizionali per promuovere una moda sostenibile, che segue il ritmo delle stagioni. 

Trench in cotone 100% tinto naturalmente con fiori e piante invernali (eucalipto, calendula, legno di campeggio, ecc..). Il capo è chiuso con bottoni in bio-plastica ottenuti con gelatina animale ed infill di petali di fiori. 

Rita Guardabascio 

Accademia di Belle Arti di Roma 

Nata a Formia nel 1997, nel 2020 si diploma in Fashion Design all’Accademia di Belle Arti di Roma. Prosegue la sua formazione come costumista, attingendo al cinema, all’arte e alla storia del costume come fonti privilegiate della sua ricerca. 

La clutch rigida in nappa nera declina in stile Decò la geometria del ventaglio. La mezzaluna in plexiglass bianco è impreziosita da un intaglio su pelle, con dettagli in rilievo, che ricrea un disegno naturalistico di ispirazione medio orientale. 

Eleonora Valentini

Maiani Accademia Moda 

Ho iniziato a studiare moda in riposta al mio bisogno di una vita dinamica e stimolante. Sono appassionata di ogni forma di espressione da cui traggo ispirazione per le mie creazioni. Fondamentale per me è l’attenzione per il green, elemento imprescindibile del mio design.

 Il riuso e l’imperfezione sono il filo conduttore di questo outfit, che fa parte di una capsule, formato da una giacca gessata da uomo rielaborato per diventare un cocktail dress ornato con un bustino e dei polsini creati grazie ad un rivestimento di una vecchia poltrona.