lg_wion
ALESSANDRO VIGILANTE
ALESSANDRO VIGILANTE
  • Clothes
  • Innovation
  • Startup
Passione, mestiere e audacia definiscono il percorso di Alessandro Vigilante, classe 1982, di origini pugliesi, in un intreccio costante tra la moda e la danza, cardini primari della sua ispirazione e del suo linguaggio espressivo. Da questo mondo interiore e dalle sue esperienze professionali – 7 anni da Dolce & Gabbana, poi Gucci e Philosophy – nasce l’esigenza di comunicare la propria personale visione dello stile e della femminilità, con il lancio del brand che porta il suo nome. Alessandro Vigilante fonde la prospettiva e l’estetica spaziando da Merce Cunningham a Pina Bausch, il corpo femminile è un corpo in movimento, ogni capo regala consapevolezza della propria fisicità attraverso la qualità sartoriale e la decostruzione libera, verso un’esaltazione assoluta dell’individualità.

CONCEPT

Il corpo è sempre al centro della scena in “ATTO II – BODY REBIRT”. L’ispirazione è nata dal desiderio di immaginare mondi alternativi; di ripensare il futuro in termini di sensualità e femminilità, attraverso un’estetica rigorosa e pulita, essenziale e spoglia dal superfluo. Da qui è nata l’idea di una donna aliena, catapultata in un paesaggio assolato, vagamente ispirato al Palais Bulle di Pierre Cardin, definito da architetture dal design sinuoso e avanguardista ed edifici giganteschi, dalle linee curve e dagli spazi morbidi. L’erotismo si tinge di colori inaspettati, ispirati alle palette anni ’60 degli stilisti iconici della Space Age; toni solari, caldi, bruciati raffreddati dal lilla, verde acqua e argento. Le shilouette sono seconda pelle, scolpiscono il corpo e lo ridisegnano grazie a cut-out grafici presenti anche sui blazer di taglio sartoriale. Il maschile incontra il femminile; i suit rilassati sono tagliati da pezzi attaccati al corpo iperfemminili. Il desiderio di libertà di movimento si concretizza nell’aggiunta di volumi rilassati.
Galleria Prodotti